Gestiamo in tutta sicurezza i tuoi documenti

PA Digitale S.p.A. è la prima software house per la Pubblica Amministrazione in Italia ad essere iscritta nell’elenco dei conservatori accreditati dell’Agenzia per l’Italia Digitale (vedi elenco pubblicato sul sito www.agid.gov.it in ordine alfabetico). Viene riconosciuto, così, il possesso dei requisiti di livello più elevato, in termini di qualità e di sicurezza, del sistema di conservazione digitale CDAN di PA Digitale.

PA Digitale S.p.A. infatti è in grado di affiancare imprese, professionisti e pubbliche amministrazioni nei processi di conservazione digitale dei loro documenti informatici con un sistema di conservazione “a norma”, molto qualificato, governato e gestito da figure professionali capaci di garantire il costante aggiornamento e la conformità dei sistemi e dei processi all’evoluzione normativa e tecnologica.

 

Il sistema informatico “CDAN[1] preposto alla conservazione dei documenti informatici dei Clienti, è stato realizzato con le tecnologie più innovative ed in conformità alle regole tecniche di cui all’art. 71 del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD), la cui rispondenza è requisito indispensabile ed essenziale per la corretta conservazione “a norma” dei documenti informatici. Una particolare attenzione è stata poi riservata al tema della sicurezza dei dati; infatti, l’intero sistema di conservazione è stato progettato e realizzato per attuare, applicare, controllare, riesaminare e migliorare costantemente il sistema di gestione della sicurezza. In questo modo, PA Digitale S.p.A. ha ottenuto la certificazione ISO/IEC 27001/2013.

 

Pertanto, il servizio di conservazione offerto da PA Digitale assicura, sin dalla presa in carico dal Cliente, la conservazione digitale “a norma” dei documenti informatici, garantendone le caratteristiche di autenticità, integrità, affidabilità, leggibilità e reperibilità, mantenendo così inalterato, nel tempo, il valore legale dei documenti conservati.

 

Il tutto, con la massima semplicità di gestione per gli utenti, grazie a percorsi automatici, agevolati da funzionalità immediate e da una grafica piacevole ed intuitiva, nella totale sicurezza durante le fasi di trasmissione via internet dei documenti al sistema CDAN.

 

La scelta di rivolgersi ad un conservatore accreditato è un obbligo per le Pubbliche Amministrazioni che intendono affidare a soggetti esterni la conservazione dei propri documenti informatici. Infatti, a norma dell’art. 5, co. 3, del D.P.C.M. 3 dicembre 2013, “Le pubbliche amministrazioni realizzano i processi di conservazione all’interno della propria struttura organizzativa o affidandoli a conservatori accreditati, pubblici o privati di cui all’art. 44-bis del CAD”.

[1] Acronimo di “Conservazione Digitale a Norma”